In Portogallo l’amore è ricamato: i fazzoletti degli innamorati.

Lenços dos Namorados, Portugal

E’ una delle tradizioni portoghesi meno conosciute e più romantiche. Un’ usanza artigianale che stava scomparendo ma che sembra essere stata recuperata proprio negli ultimi anni: parliamo dei “fazzoletti degli innamorati”Lenços dos Namorados . Questa è diffusa in particolare nelle regioni del Minho, Douro Litoral, Trás-os-Montes, Beira-Alta, Alentejo e Açores. Il fazzoletto degli innamorati è conosciuto anche come lenços de pedidos, ovvero “fazzoletti delle richieste”. Ma per chiedere cosa? Si tratta di un fazzoletto di lino o di cotone decorato con vari motivi e utilizzato in passato dalle donne in cerca di marito. L’usanza vuole che questo fazzoletto venisse ricamato e donato dalla donna all’amato.

All’origine della tradizione

Esistono diverse versioni sull’origine di questa usanza: secondo alcuni deriva dall’abitudine dei signorotti locali di portare con sé un fazzoletto. Questa abitudine viene poi imitata dalle popolane che, il fazzoletto, lo ricamano. Secondo altri invece, l’usanza è da attribuire alle donne del XVII-XVIII secolo che ricamavano per diletto. All’inizio questi fazzoletti erano usati per decorare i vestiti, ma con il tempo hanno acquisito una ulteriore funzione: dichiarare il proprio interesse amoroso. Le ragazze in età da marito infatti, avevano l’abitudine di ricamare fazzoletti con motivi che richiamassero all’amore: frasi, disegni vari, simbologie amorose segrete.

Il fazzoletto ricamato come dichiarazione d’amore...

Secondo la tradizione, le ragazze indossavano il loro fazzoletto ricamato la domenica, mettendolo bene in vista, appeso alle gonne o nelle tasche dei grembiuli. Le ragazze lo offrivano poi come pegno d’amore all’amato prescelto. Se costui ricambiava l’interesse, iniziava, a sua volta, a mostrarlo pubblicamente: al collo, annodato al bastone, nella tasca della giacca. Se l’amore non era contraccambiato, il fazzoletto veniva restituito. E se l’amore finiva? Il ragazzo restituiva tutti gli oggetti scambiati durante il cosiddetto namoro – fotografie, lettere, oggetti.

…o per prendersi gioco delle donne innamorate.

Poteva inoltre  accadere che i fazzoletti diventassero oggetto di scherzo. Durante le feste,  alcuni ragazzi già impegnati rubavano i fazzoletti ad altre ragazze in cerca di marito, fingendo così un legame. Questo portava a gelosie e litigi tra le due contendenti. I fazzoletti infatti costituivano una vera e propria dichiarazione d’amore ricamata: piccole poesie, cuori, uccelli, motivi floreali, simboli che legavano segretamente i due amanti. Trattandosi di una tradizione di origine contadina, spesso le ragazze ricamatrici erano poco alfabetizzate. Questo è il motivo per cui negli esemplari di lenços dos namorados più antichi sono frequenti numerosi errori grammaticali.

I Lenços dos Namorados oggi

La compagnia aerea portoghese TAP ha fatto molto per promuovere questa antica pratica artigianale. Infatti, in occasione di San Valentino, qualche anno fa decorò i sedili degli aerei proprio con i lenços dos namorados tipici della zona del Minho. Ma come si fa a riconoscere un autentico fazzoletto degli innamorati portoghese? Esiste una commissione incaricata di certificarne l’autenticità. Infatti i tradizionali lenços dos namorados misurano tra i 40 e i 60 cm. Inoltre, per i ricami si possono utilizzare tutti i colori -sebbene si prediligano quelli primari. Per quanto riguarda i simboli, si utilizzano prevalentemente fiori, cuori, navi, farfalle, lettere.
Ricamare è un’arte antica che si perde nel tempo e che, un po’ come l’amore, richiede infinita cura, pazienza e attenzione. Penelope che aspettava il suo Ulisse lo sapeva bene.


0 Shares:
You May Also Like
Ragazzi dietro una scrivania che parlano
LEGGI

Workshop: Perché non possiamo non dirci europei (I)

Il 5 marzo 2019, presso l’Aula 5 della sede LUMSA di Piazza delle Vaschette, si è svolto il primo dei tre workshop del ciclo Perché non possiamo non dirci europei. Attraverso questa serie di incontri – organizzati in collaborazione con la Libera Università Maria Ss. Assunta (LUMSA) e la Rappresentanza in Italia della Konrad-Adenauer-Stiftung (KAS) – l’Osservatorio Germania-Italia-Europa (OGIE) si propone di ragionare sul significato e sulle motivazioni storiche e culturali tanto del processo di integrazione, quanto e soprattutto del nostro essere europei; il tutto nel tentativo di comprendere le cause poste alla base della crisi potenzialmente disgregatrice che l’Unione sta vivendo e rilanciare i temi dell’integrazione, anche in vista delle elezioni europee che vedranno coinvolti in prima persona i cittadini dei 27 Stati membri dell’UE.
LEGGI
Cubo arancione in un labirinto di cubi blu
LEGGI

Workshop: Europa dei Valori

Il 15 marzo scorso si è svolto “Europa dei Valori”, il primo dei tre workshop promosso dall’Osservatorio Germania-Italia-Europa (OGIE), in collaborazione con la Libera Università Maria Ss. Assunta (LUMSA) e la Rappresentanza in Italia della Konrad-Adenauer-Stiftung (KAS).
LEGGI
Il logo di Factmata: linee orizzontali arrontondate con una spunta blu. Factmata è un servizio per contrastare le fake news.
LEGGI

Contrastare le fake news?

Se fosse possibile verificare ogni notizia sul web? Sarebbe solo un’illusione oppure potrebbe essere una verità vicina? Forse Factmata potrebbe rendere questo mondo digitale utopico più pulito, più sicuro e più civile. La battaglia contro la disinformazione e la cattiva informazione è appena agli inizi, ma bisogna iniziare a combattere e a comunicare con consapevolezza.
LEGGI
Foto di Angela Merkel
LEGGI

German Days of Fate. Who will follow Angela Merkel as the leader of Germany’s CDU?

When exactly did the end of Angela Merkel as a partisan leader begin? Was it the 24th of September? This momentous day of the last German federal elections which Merkel’s CDU (Christlich Demokratische Union) numerically won but actually lost decisively: 32,9 % was the ominous number which stands for the worst election result of the Christian-democrats since 1949.
LEGGI